CALABRODENTAL

youtube google plus
Tu sei qui: Home Specialità Ambulatoriali Patologia Orale

Patologia Orale

E-mail Print PDF

INTRODUZIONE

Sezione - Patologia (o Medicina) Orale.

Diagnosi precoce delle neoplasie del cavo orale.

Che cos’è la patologia (o medicina) orale?

Non tutti sanno che a livello della cavità orale si possono riscontrare oltre a malattie universalmente diffuse e conosciute come la carie o le malattie gengivali (e parodontali) di strettissima pertinenza dentistica, anche una miriade di altre malattie dalle caratteristiche quanto mai varie, la cui diagnosi è spesso difficoltosa e necessita di una formazione specifica del personale sanitario. La patologia (o medicina) orale è appunto quella branca dell’odontoiatria che si occupa della diagnosi (riconoscimento) e della terapia (trattamento) di tutte le malattie che possono colpire la cavità orale (bocca).

Quali sono i campi di interesse ?

La patologia orale in particolare si occupa delle malattie che possono colpire le seguenti parti dell’apparato masticatorio: - Mucosa orale
- Ossa mascellari (le ossa a cui sono ancorati i denti)
- Ghiandole salivari

Che tipo di malattie si riscontrano a livello della bocca?

Le malattie del cavo orale possono essere classificate in vario modo. La classificazione forse più utile e completa è quella che si basa sulla causa (eziologia) delle malattie stesse. Qui sotto riportiamo questa classificazione: - Varianti anatomiche normali (che possono simulare o essere erroneamente interpretate come malattie) -

Malattie infettive (causate cioè da batteri, virus e/o funghi)

Malattie immunitarie (dovute a un cattivo funzionamento del sistema immunitario)

Malattie psicosomatiche (sono malattie che si possono manifestare a livello della bocca, ma che in realtà trovano la loro causa vera in problemi psicologici quali ansia, depressione ecc.)

Malattie sistemiche con manifestazioni a livello del cavo orale: sono malattie generali che possono avere manifestazioni a livello del cavo orale. Queste manifestazioni orali possono precedere quelle generali ed essere quindi importanti per la diagnosi anche generale; oppure, al contrario, possono seguire le manifestazioni generali e quindi la conoscenza della diagnosi della malattia sistemica può essere di ausilio fondamentale per la diagnosi a livello del cavo orale.

Malattie tumorali (o neoplastiche): benigne, localmente invasive, maligne -

Malattie ad eziologia sconosciuta: delle quali non sono ancora note le cause.

Che cos’è la diagnosi?

Il termine diagnosi deriva dal greco (dià= attraverso; ghighnòsco= conosco), quindi “conosco attraverso”. Si tratta di tutto l’insieme di procedure attraverso le quali il medico è in grado di stabilire la natura della malattia da cui è affetto il paziente. È il primo atto di qualunque pratica medica ed anche il più importante. Senza la diagnosi è improponibile predisporre la cura (terapia) delle malattie, anche se spesso questo, erroneamente, capita. Ci sono delle rare eccezioni a questo ordine temporale che intercorre nel processo diagnosi-terapia. Tali eccezioni sono rappresentate da quelle patologie per le quali si ha un sospetto diagnostico che viene confermato in seguito alla terapia: se la terapia fa evolvere la malattia verso la guarigione, vorrà dire che il sospetto diagnostico è confermato. In questo caso la terapia, oltre ad essere tale, aiuta a raggiungere la diagnosi definitiva. Il processo normalmente lineare diagnosi-terapia, diventa un processo ciclico “sospetto diagnostico”-terapia-diagnosi. Tale processo ciclico viene definito col termine di diagnosis ex iuvantibus.

Come si arriva alla diagnosi delle malattie della bocca?

Arrivare alla diagnosi delle malattie della bocca è una procedura a tappe, articolata come segue:

Tappe sempre necessarie: - Anamnesi - Esame obiettivo della bocca

Tappe facoltative: - Diagnostica per immagini - Biopsia con esame istologico

Vediamo brevemente queste quattro tappe: Anamnesi: - Generale: al paziente vengono rivolte domande sul suo stato di salute generale e sulla sua storia clinica. Questo si rende necessario specie in considerazione del fatto che molte malattie del cavo orale hanno manifestazioni anche a livello di altri organi e tessuti del corpo (cute, altre mucose, ecc.). Oppure in considerazione del fatto che malattie sistemiche (generali di tutto il corpo) possono condizionare l’insorgenza e/o l’evoluzione positiva o meno delle patologie del cavo orale. - Speciale: al paziente vengono rivolte domande inerenti i problemi specifici della sua bocca riguardo l’insorgenza di sintomi, la loro evoluzione nel tempo ecc.. Questo consente al clinico di avere una guida indispensabile sulla strada che porterà alla diagnosi. Esame obiettivo della bocca: consiste nell’osservazione e palpazione accurata della bocca con l’aiuto di nient’altro che di uno specchietto odontoiatrico. L’esame obiettivo della bocca è dunque agevole e non invasivo. Diversamente da altri organi e tessuti (polmoni, intestino ecc.) che richiedono indagini più fastidiose come l’endoscopia per il semplice fatto che sono organi “interni” non direttamente accessibili e osservabili, la bocca è direttamente visualizzabile e per individuare eventuali patologie occorre solo una buona illuminazione ed, appunto, uno specchietto. - Diagnostica per immagini (radiografie ed ecografie): a volte si rende indispensabile eseguire approfondimenti radiografici che consentono di avere una idea più chiara della natura e dell’estensione della malattia, in particolare quando questa coinvolge le ossa mascellari. Nel campo odontoiatrico le indagini rx più usate sono le seguenti: - Radiografie endorali: - OrtoPanTomografia (OPT): - Tomografia Computerizzata (TC): Altre volte si ricorre ad esami ecografici per le malattie dei tessuti molli (non ossei), ad esempio per le malattie delle ghiandole salivari. - Biopsia con esame istologico: Nei casi dubbi, in cui le precedenti tappe non sono sufficienti a raggiungere una diagnosi certa, si ricorre alla biopsia, cioè ad un piccolo prelievo del tessuto della bocca “malato”, per sottoporlo successivamente all’esame microscopico. Il prelievo è in genere di dimensioni piccolissime e sempre assolutamente non doloroso (è eseguito in anestesia locale). La biopsia può essere: - Incisionale: se viene prelevato solo un frammento della lesione - Escissionale: se viene prelevata interamente la lesione La biopsia con esame istologico consente la diagnosi certa della malattia al di là di ogni ragionevole dubbio (diagnosi di certezza).

Cos’è e perché è importante la diagnosi precoce?

La diagnosi precoce, come è facilmente intuibile, è il raggiungimento della diagnosi il prima possibile. Essa è importantissima per varie ragioni: - Consente di individuare un problema al nascere, prima che si aggravi - Può fare in modo che la possibilità di guarigione o di controllo delle malattie croniche sia più rapida ed efficace (migliore prognosi) - Può consentire che la terapia necessaria sia meno invasiva

Che cos’è la terapia?

Dopo la diagnosi, si può pensare di intervenire per guarire o controllare le varie malattie. L’insieme dei mezzi scelti dal medico per raggiungere questo scopo si definisce sinteticamente col termine di terapia (dal greco therapeìa: cura, guarigione). I tipi di terapia possono essere distinti i due grandi gruppi: 1. Terapie causali: agiscono sulle cause note delle malattia, rimuovendole e consentendo la guarigione. 2. Terapie sintomatiche: agiscono solo sui sintomi della malattia, li riducono ma non intervengono sulle cause e quindi normalmente non portano alla guarigione, ma solo al controllo della malattia. Viene usata per quelle malattie di cui o non si conoscono le cause (e quindi per le quali non esiste la terapia causale) o per le quali, pur essendo note le cause, non è comunque disponibile una terapia causale.

Quali sono le terapie delle malattie della mucosa orale?

La terapia delle malattie della bocca si dividono in due grossi gruppi:

Terapia medica Consiste nella somministrazione di varie categorie di farmaci per via generale o locale. I farmaci più comunemente usati sono: - Antibiotici ed antisettici - Antifungini - Cortisonici (specie per via locale, più raramente per via generale)

Terapia chirurgica Consiste nell’asportazione chirurgica della lesione, quando questa sia giudicata necessaria dal medico.

 
Italian Albanian English French German Greek Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

IN EVIDENZA

Video

Gruppo Marrelli

Iscriviti alla nostra newsletter

PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SUI SERVIZI EROGATI, LE PROMOZIONI, LE NEWS...


Nome:

Email:

Visita la nostra stuttura in Virtual Tour

WebMail Aziendale

Calabrodental S.r.l.-  Via E. Fermi Loc.Passovecchio 88900 Crotone (KR) - Italy - P.iva 01356640795  -   Tel. 0962.930414 - mail: info@calabrodental.it
Società soggetta a direzione e coordinamento da parte di IM. Mar srl.
Titolarita' dell'autorizzazione e dell'accreditamento sanitari;

La Calabrodenta Srl , è una casa di cura accreditata presso la Regione Calabria per l’erogazione di prestazioni di odontoiatria e Chirurgia Maxillo Facciale in regime di day surgery, ed eroga prestazioni con regolare contratto stipulato con l’ASP di Crotone.

E’ in possesso di:

Autorizzazione della Regione Calabria con delibera della G.R. n.5034 del 28.09.1990 all’apertura come Centro Odontoiatrico;

Accreditamento provvisorio e convenzione con il SSN/ASL n.5 di Crotone (DGR n.833 del 29.07.1991) per la branca specialistica di odontoiatria;

Autorizzazione della Regione Calabria, ai sensi dell’art.8-ter del D.Lgs. 19/06/1999, n.229 diretta ad ampliare e modificare i locali già autorizzati, rilasciata con provvedimento del D.G. n. 12610 del 10/09/2003

Autorizzazione Regione Calabria, Dipartimento Sanità (Decreto del Dirigente) n.7044 del 23/04/2005 al funzionamento di n.6 posti letto in day surgery di chirurgia Maxillo Facciale

Accreditamento provvisorio n.6 posti letto Day Surgery per interventi di chirurgia maxillo-facciale, rilasciato con Decreto di Dirigente n.15359 del 18/10/2005 (Dip. Tutele della Salute).

Accreditamento definitivo rilasciato con Decreto di Dirigente n.909 del 03/02/2010 (Dip. Tutele della Salute).

 

Direttore Sanitario Dr. Massimo Marrelli

 

 

Totale Cont. Visite : 407572